Preloader Image

Bio

Francesca cini, in arte Tekla, nasce a Giugno del 1994 a Bologna. La musica ed il canto si approcciano con lei già sin dall’infanzia, sulle note degli Articolo 31 e dei Gemelli Diversi, ascoltati dal fratello maggiore.

Sebbene in casa si respirasse aria di Soul, Blues e Funky, passione di mamma e papà. Francesca cresciuta con una forte natura curiosa non si è preclusa alcuna strada ed è questo quello che ritroviamo nei suoi brani, pieni di influenze stilistiche precedentemente citate.

Il primo palco nato per gioco e quasi per scherzo, “L’Italia che canta”, concorso canoro locale, che dentro di lei ha portato consapevolezza ed ulteriore decisione nell’approfondire questa sua grande passione. Rifiutata la sua candidatura per uno studio privatista accademico, incontra però Irene Robbins con la quale da inizio ai suoi studi musicali, insieme alla sua mentore ed insegnante Irene Robbins, concertista, jazzista americana.

Tekla nasce in seguito alla scrittura, Francesca è curiosa, anima libera, estremamente sensibile Tekla invece si responsabilizza e scrive i suoi testi ispirandosi a quello che le succede intorno ma “guardando tutto con una prospettiva differente, principalmente più spirituale ma decisamente non fatalista ” spiega. Nel 2015 ha partecipato The Voice of Italy, sebbene non fosse il primo talent al quale avesse particolare è il primo ad apparire su televisione nazionale.

“Per i prossimi vent’anni voglio che la musica sia la mia casa” .

Firma il suo primo contratto discografico con Fonoprint Studios nel 2016 pubblicando il suo primo singolo prodotto da Cristian Rigano, “Via”.

I suoi testi rivelano una grande tensione emotiva, scava in se stessa e negli altri, “la musica, è una grande medicina” può raggiungere chiunque senza distinzioni, la definisce così, terapia universale.

Il trend attuale musicale e non è “riempire il vuoto con il nulla”, afferma Tekla, le emozioni che la musica genera possono aiutare a evolversi, non a cambiare, perché bisogna accettare le diversità, ma con il fine di migliorare la propria vita e di conseguenza quella di chi ci sta attorno.

Tekla rappresenta uno spaccato del mondo giovanile di oggi: ragazzi realistici, decisi, ambiziosi, adulti ma con le fragilità e le problematicità che la società contemporanea gli pone di fronte.