Biografia

Francesca Cini, nasce nel Giugno del 1994 a Bologna. Da subito nella sua prima infanzia, si dimostra appassionata di poesia e musica.

“Dammi solo un minuto” è stato il primo brano che ha aperto cuore e voce di una piccola bambina di nemmeno dieci anni.

Sebbene in casa si respirasse aria di Soul, Blues e Funky, passione di mamma e papà. Francesca non si è preclusa alcuna strada ed è questo quello che ritroviamo sopratutto nei suoi brani, pieni di influenze stilistiche completamente diverse.

“L’Italia che canta”, questo è il primo palco le ha regalato una piccola consapevolezza e curiosità nell’approfondire questo percorso. All’epoca dodicenne ha progredito fino alla finale ed il premio qualità.

Purtroppo la sua candidatura per uno studio accademico viene rifiutata per l’età prematura, decide quindi seguire un percorso privatista insieme a Irene Robbins, concertista, jazzista, sua mentore ed insegnante di canto.

Francesca è curiosa, anima libera, estremamente sensibile e inizia a sperimentare nuove esperienze in teatro locali, prendendo parte a piccoli musical e interpretando brani editi e sviluppando i primi testi inediti. Tekla è il nome d’arte e l’alter ego che nasce in seguito alla scrittura, per necessità di dare un peso e un ruolo alle parole.

Tekla inizia scrive i suoi testi ispirandosi a quello che le succede intorno ma “guardando tutto con una prospettiva differente, principalmente più spirituale”. L’approccio alla scrittura di brani inediti e personali avviene in seguito ad un lutto molto forte che in lei ha reso necessaria l’auto espressione in liriche e scrittura.

Pubblica nel 2014 “Sola & Sporca”.

Nel 2015 ha partecipato The Voice of Italy, ottenendo un poker di giudici e arrivando alle dirette live show.

“Per i prossimi vent’anni voglio che la musica sia la mia casa” .

Nel 2016 firma il suo primo contratto discografico con Fonoprint Studios, pubblicando il suo primo singolo d’esordio prodotto da Cristian Rigano, “Via”.

I suoi testi rivelano una grande tensione emotiva, scava in se stessa e negli altri, “la musica, è una grande medicina può raggiungere chiunque senza distinzioni” , la definisce così, “terapia universale” . Il trend attuale musicale e l’attitudine odierna è “riempire il vuoto con il nulla”, afferma Tekla, le emozioni che la musica genera possono aiutare a evolversi, comprendendo così le diversità, con il fine di migliorare la propria vita e di conseguenza quella di chi ci sta attorno.

Tekla rappresenta uno spaccato del mondo giovanile di oggi: ragazzi realistici, decisi, ambiziosi, adulti ma con le fragilità e le problematicità che la società contemporanea gli pone di fronte.

Nel 2017 produce “Marama” il suo primo album con influenza afro-pop e afro-beat, prodotto e mixato da Keynoise, lasciando la realtà di Fonoprint con parecchio anticipo per incompatibilità artistica firma con Touch Down Record etichetta milanese che sposa il progetto e pubblica l’album presentato dal singolo “Parabatai.” Pochi mesi dopo l’etichetta subisce dei forti problemi e dichiara fallimento.

Nel 2019 nascono nuovi brani che Tekla sceglie di curare in modo indipendente, dall’aspetto musicale all’aspetto grafico.

Il 2021 si apre con l’uscita di Miracoli, Non mi fa male, Good Vibes in collaborazione coon l’etichetta romana Sono Music.

Nuovamente indipendente pubblica “Tutto Okei” disponibile da Luglio 2021 su tutte le piattaforme streaming.

Ad oggi Tekla è un progetto ed una cantautrice indipendente.